fbpx Skip to main content

Come sprecare il proprio tempo nella ricerca degli immobili

Ciao investitore, hai sentito che si stanno accorciando i tempi per vendere una casa

L’altro giorno mi è capitato sottomano un articolo scritto dalla Repubblica, menzionava il fatto che i tempi per vendere casa Italia si sono abbassati. Soprattutto nelle città di Bologna e Milano.

La fonte di dati proviene dall’ufficio Studi Tecnocasa che ha raccolto le tempistiche di vendita degli ultimi anni, dal 2009 al 2018. Indicando come nelle grandi città i tempi di vendita arrivano ad una media di 97 giorni per Bologna e 109 per Milano.

Mentre per le città più lente i tempi di vendita registrati sono 171 giorni per Bari, 156 per Verona e 154 per Genova.

Dai dati raccolti hanno calcolato una media nazionale di circa 134 giorni per vendere una casa, che sono inferiori ai 141 dell’anno scorso.

A parer mio questo può indicare una lieve ripresa del mercato, supportata anche dal fatto che dall’inizio del 2019 ad oggi le banche si sono dimostrate più generose a concedere mutui. Come mostrato nell’articolo di Affaritaliani, nel periodo gennaio-marzo 2019 le richieste di mutui sono scese del 7,9%, mentre gli importi medi richiesti sono in crescita del 2,6%.

Sta di fatto che comunque 134 giorno sono un sacco di tempo. Che non deve essere sfruttato male.

E tu sei convinto di sfruttare al meglio il tuo tempo? Come un bravo investitore che si rispetti, il tempo non dovrebbe mai essere sprecato per attività che portano poco o nessun valore.

Ti racconto una storia, riguarda me, ma se avrai la pazienza di leggermi sino in fondo, scoprirai che sei TU il vero protagonista.

Per me, il mio tempo è la risorsa più importante. E mi sono veramente reso conto di questo quando mi sono affacciato nel mondo dell’immobiliare.

Eravamo agli inizi, appena usciti freschi freschi da un corso di formazione, il nostro primo corso. Tutti gasati ed entusiasti delle informazioni che ci avevano detto e delle strategie che avremmo messo in atto.

Subito ci siamo messi al lavoro ed utilizzavamo le poche ore che avevamo a disposizione la sera per svolgere tutto il lavoro.

All’inizio c’era lo studio del mercato, per capire in quale zona operare. In teoria bisogna scegliere una zona o città che ha almeno 200.000 cittadini, in modo che ci siano i clienti che comprino le nostre case.

Secondo di queste zone bisogna capire se effettivamente c’è la possibilità di operare come investitori immobiliare, cioè se ci sono delle transazioni immobiliari, quindi siamo andati a cercarci questi dati statistici.

Terzo dovevamo verificare che effettivamente ci fossero queste transazioni e qui iniziamo a capire che dobbiamo metterci in gioco ed utilizzare il nostro tempo per vedere quante agenzie immobiliari ci lavorano.

Era passato qualche giorno e finalmente avevamo trovato dove dedicare i nostri sforzi, Milano. L’immensa e variegata Milano.

Quindi ci mettemmo a Mappare. E qui arrivo l’ostacolo più duro. Quello che ci risucchiò più tempo di tutto il resto. Era passata la mezzanotte della prima sera quando dissi a Marco che avevo finito di mappare la zona che avevamo scelto. Credo fosse Città Studi, ma non ricordo esattamente.

[Matteo:] “Ho finito!!”

[Marco:] “Quanti annunci hai raccolto.”

[Matteo:] “Ne ho trovati circa 200.”

[Marco:] “Ottimo, adesso procediamo con calcolare tutto quello che ci serve, per curiosità quanto

ci hai messo a raccoglierli?”

[Matteo:] “Eh, tra una cosa e l’altra ci ho messo tutta la sera.”

[Marco:] “Giura!? Beh dai adesso mi metto a vedere quanti ce ne sono buoni e domani ti dico,buonanotte.”

Il giorno dopo Marco mi chiamò e mi disse che dei 450 annunci che avevamo mappato, (250 li aveva pescati lui), solo una ventina valeva la pena visitarli. E di questi 20, alla fine solo 2 erano effettivamente buoni, perché gli altri o erano già stati venduti, oppure erano annunci scaduti, oppure erano in trattativa.

Andammo a vedere quei due appartamenti, e tutto sommato c’era la possibilità di ricavarci qualcosa, ma i proprietari non avevano intenzione di trattare.

Avevamo utilizzato 8 ore del nostro tempo per fare due visite che per giunta non erano andate a buon fine.

Andammo avanti così per qualche giorno, e subito ci rendemmo conto che non stavamo lavorando in modo intelligente come più volte avevamo letto nei libri.

Quindi ci mettemmo a pensare.

Come possiamo evitare di sprecare cosi tanto tempo a raccogliere informazioni?

Come nei più classici esempi, una lampadina si accese, e spiegai la mia idea a Marco.

Quello fu l’inizio di tutto.

Dissi a Marco che potevamo creare un programmino per far raccogliere i dati al computer. E automatizzare tutto il processo, in modo che noi non avremmo dovuto più utilizzare il nostro tempo a raccogliere informazioni in modo macchinoso e ripetitivo.

In questo modo il programmino girava e raccoglieva i dati e con le abilità di analisi dei dati di Marco, potevamo filtrare via quegli annunci che non c’entravano nulla ancora prima di considerarli per i calcoli. Senza doverli raccogliere e poi rimuoverli a mano.

Da quel momento in poi, quando parlavamo con altri investitori di quest’idea, rimanevano ammaliati da quello che gli dicevamo.

E fu quando ritrovammo un vecchio amico, Fabio, ad uno dei corsi che decidemmo di creare un servizio da mettere a disposizione per tutti gli investitori immobiliari.

Un aiuto concreto a risparmiare il loro tempo ed a permettergli di concentrarlo sulle attività importanti per loro.

Il tempo per me è la risorsa più importante.

Ed è per questo che cerco tutti i giorni di dedicarlo alle attività importanti della vita. Ci sono un sacco di cose per il quale non voglio sprecare il mio tempo. Il mio tempo non me lo ridà indietro nessuno.

È come una candela di cera che si consuma secondo dopo secondo. Posso decidere io quale stanza illuminare e quindi dedicarmi a quell’attività. E mi sembra davvero stupido continuare ad illuminare qualcosa che non mi serve o che ha poco valore.

Per questo una delle cose che adoro fare nella vita è quella di ottimizzare i processi. Sfruttare qualsiasi mezzo a disposizione per evitare di sprecare tempo.

Secondo me questo è il modo giusto di affrontare ogni giornata.

Oltretutto ho avuto la grande fortuna di incontrare Marco e Fabio che mi hanno permesso di esprimere questo mia caratteristica. Ed oggi ci troviamo a far risparmiare tempo alle persone che ci hanno dato fiducia.

Questo è il principale vantaggio che uno strumento può portare.

Il risparmio di tempo. Del mio tempo e del tuo tempo.

Quando iniziammo ad affacciarci al mondo immobiliare non avevamo un processo che ci facesse risparmiare tempo. Impiegavamo serate intere per raccogliere le informazioni. E questo ci faceva perdere anche l’entusiasmo oltre che il nostro tempo.

Oggi invece è tutto diverso. Oggi possiamo dedicare il nostro tempo alle attività che portano valore.

Invece di stare ore dietro al PC a fare qualcosa di ripetitivo e macchinoso, oggi ci vogliono pochi minuti.

Oggi non dobbiamo più sprecare ore a raccogliere le informazioni degli annunci immobiliari a mano. Copiandoli ed incollandoli sul foglio Excel come fossimo dei robot. Oggi non dobbiamo più preoccuparci degli errori di battitura.

Se finora non sei riuscito a risolvere tutto questo, non è colpa tua. Semplicemente non avevi gli strumenti adatti, che ti potessero aiutare.

Ma oggi esiste lo strumento che ha dato un grande aiuto a noi e sono sicuro che possa dare un grande aiuto a te.

Oggi possiamo dedicare il nostro tempo a visitare gli immobili.

Tutto questo grazie ad EasyMap.

Che ci permette di:

  • Risparmiare tempo per la raccolta delle informazioni relative agli immobili.
  • Evitare gli errori dovuti al copia e incolla.
  • Disegnare un’unica zona invece di replicarla su ogni portale immobiliare.
  • Organizzare tutte le mappature in un unico posto.

Oltretutto oggi EasyMap nella sua versione demo, che è totalmente gratuita, contiene gli URL di tutti gli annunci immobiliari della tua mappatura, evitandoti di andare a ricercarli manualmente e copiarli dentro il foglio per tutti i principali portali immobiliari.

Quindi se anche tu vuoi iniziare a lavorare in modo intelligente e risparmiare tempo vai a mappare le tue zone su  ==> EasyMap.

Matteo,
dal Team EasyMap.

Come trovare immobili da investimento ad un prezzo realmente scontato

Un breve articolo su come trovare immobili da investimento ad un prezzo realmente scontato

Abbiamo creato EasyMap per risolvere due principali problemi ricorrenti dell’investitore immobiliare:

  • Trovare affari immobiliari senza dover perdere ore ed ore nella ricerca
  • Arrivare prima degli altri investitori sugli immobili interessanti

Su quali immobili è possibile concludere un buon affare?

  • Gli immobili di persone che hanno fretta di vendere
  • Gli immobili molto grandi per possibili frazionamenti e/o cambi d’uso

Come trovare venditori realmente motivati a vendere il proprio immobile

Read More

Come trovare un affare immobiliare in 7 semplici step…

La mappatura immobiliare è quel processo indispensabile che porta gli investitori a trovare gli affari immobiliari interessanti nel proprio territorio

Gli immobili interessanti si possono procacciare in due modi:

– Segnalazione da parte di agenti immobiliari
– Mappatura immobiliare

Prestiamo maggiore attenzione sul secondo punto perché rappresenta il processo che permette, oltre a capire su quali immobili si può investire, di avere sotto controllo il prezzo medio delle singole zone piuttosto dell’andamento del mercato immobiliare

In questo articolo scoprirai come si fa una mappatura immobiliare e come capire quali immobili sono interessanti ai fini degli investimentiRead More

Privacy Policy Cookie Policy

Condizioni di Vendita